Richiedi il certificato di agibilità!

Provvederemo alla verifica dei requisiti

Verifica la fattibilità, senza impegno!

Ok, ma cosa mi offrite?

  • Sopralluogo e rilievo con un nostro tecnico abilitato
  • Verifica dei requisiti necessari all’ottenimento del certificato di agibilità
  • Predisposizione di tutta la documentazione necessaria e presentazione presso gli uffici preposti
  • Cura del processo fino alla sua conclusione

Cosa devo avere?

  1. E’ necessario reperire tutta la documentazione urbanistica e catastale dell’immobile. In caso tali documenti non fossero già in possesso, provvederemo noi a reperirli.
  2. E’ fondamentale disporre delle certificazioni di conformità inerenti gli impianti presenti nell’immobile. In caso contrario tali documenti dovranno essere necessariamente predisposti.

Come devo procedere?

E’ semplice, basta completare senza impegno il form sottostante, rispondendo alle domande e indicando i dati dell’immobile. Verrai al più presto ricontattato, per fissare il giorno del sopralluogo in base alle tue esigenze!

Il certificato di agibilità (ex abitabilità)

Che cos’è il certificato di agibilità?

Il certificato di Agibilità è un documento che attesta la rispondenza dei beni immobili alle norme di sicurezza, salubrità, igienico-sanitarie, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati. I requisiti per soddisfare tali vincoli normativi cambiano a seconda della destinazione d’uso di ogni immobile, essendo diverse le modalità di fruizione del bene.
Il certificato di agibilità va ad oggi a fondersi indistintamente con il vecchio certificato di abitabilità. Inizialmente, i due termini indicavano due elementi diversi. Nello specifico, il termine di abitabilità era utilizzato in relazione a immobili ad uso abitativo, mentre l’agibilità edilizia era usata in riferimento ad immobili non residenziali.
Questa differenza terminologica è continuata anche successivamente, evidenziando, però, un’altra differenza tra i due vocaboli.
L’agibilità edilizia era legata alla disciplina generale relativa alla stabilità e alla sicurezza dell’immobile, mentre l’abitabilità era collegata ai requisiti dell’immobile rispetto alle specifiche destinazioni d’uso.
Con l’articolo 24 del DPR 380/2001 (Testo unico per l’edilizia) sono stati ricondotti a unità i termini agibilità edilizia e abitabilità, spesso fonte di confusione terminologica.

Da chi è rilasciato il certificato di agibilità?

A Roma, per immobili costruiti con regolare licenza edilizia o concessione edilizia, viene rilasciato dal Dipartimento di Programmazione ed Attuazione Urbanistica (PAU).
Per immobili costruiti con licenza o concessione edilizia a sanatoria viene rilasciato dall’Ufficio Condono Edilizio (UCE).

Quando viene rilasciato il certificato di agibilità dagli organi competenti e cosa attesta?

Il certificato di agibilità viene rilasciato dopo formale richiesta all’organo preposto, allegando documentazione comprovante la rispondenza alle norme vigenti.
Tale certificato di agibilità, viene dunque rilasciato dopo un controllo formale della documentazione da parte dell’organo preposto, ed attesta la conformità a quell’insieme di norme a cui l’immobile è assoggettato, permettendo la fruizione dello stesso in maniera sicura per l’incolumità delle persone e delle cose.

Il certificato di agibilità è un documento obbligatorio nelle compravendite immobiliari?

Il certificato di agibilità non è obbligatorio ai fini di una vendita di un bene immobile e non influenza dunque la commerciabilità dello stesso. Va precisato che la parte acquirente deve obbligatoriamente essere edotta della mancanza di tale certificato, in quanto lo stesso attesta la rispondenza alle norme vigenti di sicurezza, salubrità, igienico-sanitarie, risparmio energetico degli edifici e degli impianti nello stesso installati.

In sede di compravendita, la parte acquirente può trovare difficoltà, in mancanza di tale certificato, per accedere al credito bancario per l’erogazione di un mutuo, in quanto per alcuni istituti di credito è un documento obbligatorio per finalizzare positivamente il finanziamento.

E’ sempre possibile richiedere il certificato di agibilità?

La richiesta del certificato di agibilità è sempre possibile qualora vi siano le condizioni di rispondenza alla normativa vigente. Qualora l’immobile non dovesse soddisfare tutti i requisiti di legge, la propietà dovrebbe regolarizzare l’immobile per ottemperare ai disposti di legge.

I requisiti di legge variano a seconda della destinazione d’uso dell’immobile, della sua conformazione e epoca di costruzione. Resta ferma per tutte le categorie di immbile la rispondenza ai seguenti requisiti comuni:

  • Aver completato e collaudato la struttura portante dell’edificio;
  • Certificato tutti gli impianti esistenti (elettrico/idrico-sanitario/gas/messa a terra/antincendio)
  • Avere la conformità urbanistica/catastale.

E’ possibile richiedere il certificato di agibilità per singolo immobile o porzione di edificio?

A seguito della legge 98/2013 (decreto del fare), è possibile richiedere l’agibilità anche per singolo appartamento o porzione di edificio, fermo restando la rispondenza ai requisiti di legge delle parti comuni in riferimento alla richiesta di agibilità di un appartamento facente parte di un condominio.

Chi può richiedere il certificato di agibilità?

La richiesta deve essere presentata dal proprietario di ogni immobile o dall’amministratore di condominio, con opportuna assistenza da parte di un tecnico abilitato (geometra, ingegnere, architetto).

Richiedi un sopralluogo senza impegno!

Richiedi informazioni senza alcun impegno

 

Alcuni dati dell'immobile

 

Conferma