Autorizzazioni Insegne

Cerchiamo di fare chiarezza

Autorizzazionie insegne

A cosa serve autorizzare un’insegna?

In ogni comune l’autorizzazione di un’insegna, si configura come iter necessario all’ottenimento del permesso da parte del Comune di competenza, per poter installare un mezzo pubblicitario (es. insegne, tendaggi, …) esternamente alla propria attività.

Quando è necessario autorizzare un’insegna?

Sempre, quando il mezzo pubblicitario (es: insegna, tendaggio, …) è esterna al proprio locale con visibilità su area pubblica.

E’ possibile installare insegne di qualunque forma e/o messaggio o esistono limitazioni?

Le limitazioni all’installazione di mezzi pubblicitari esternamente alla propria attività sono da ricondursi ai limiti imposti dalla normativa di riferimento (es. nel Comune di Roma la normativa è la Delibera n. 260 del 29 settembre 1997).

Nelle ipotesi in cui l’installazione dei mezzo pubblicitario venga richiesta su beni e aree sottoposte a vincolo ai sensi della legge n. 1089/39 e 1497/39 o a vincoli posti da altre normative, l’accettazione dell’istanza è subordinata all’acquisizione e alla presentazione dei nullaosta rilasciati dagli Uffici competenti.

Quali sono i tempi per ottenere l’autorizzazione di un’insegna?

Per la procedura normale i tempi di rilascio sono 60 giorni e per la procedura semplificata il ritiro della presa d’atto, che consente la messa in opera dell’impianto, è di 10 giorni dalla presentazione dell’istanza (Deliberazione Consiglio Comunale n. 260/97 – titolo V – art. 10 – Punto 2). Per tutte le comunicazioni la copia dell’istanza presentata costituisce titolo autorizzativo.

Quali documenti sono indispensabili per richiedere l’autorizzazione di un’insegna?

Nel Comune di Roma per ottenere l’autorizzazione occorre presentare:

  1. per la procedura semplificata: richiesta su apposito modulo in duplice copia, di cui una in bollo da € 16,00; per la procedura normale: una richiesta su apposito modulo in bollo da € 16,00;
  2.  n. 4 planimetrie in scala 1:20 – 1:50, con rappresentati pianta, prospetto e sezione, firmate e timbrate da un professionista iscritto all’Albo dei Geometri o Architetti o Ingegneri;
  3. Copia dell’iscrizione alla camera di commercio della ditta installatrice;
  4. Relazione tecnica (per la procedura semplificata occorre la relazione tecnica asseverata) relativa all’impianto da installare, firmata e timbrata da un professionista iscritto all’Albo dei Geometri o Architetti o Ingegneri;
  5. nel caso di installazione di insegne su immobili vincolati ai sensi del D.Lgs 490/99 (già L. 1089/39 sulla Tutela delle Cose di Interesse Artistico o Storico), occorre presentare il relativo Nulla Osta della Soprintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici (Via di S. Michele 17);
  6. nel caso di installazione di insegne in aree soggette al D. Lgs 490/99 (già L. 1497/39 sulla Protezione delle Bellezze Naturali e Panoramiche), occorre presentare il relativo Nulla Osta dell’A.A.P.R.U. Area Autorizzazioni Paesistiche e Riqualificazione Urbana, presso il Dip.to Programmazione ed Attuazione Urbanistica (già Dipartimento IX), Via Civiltà del Lavoro,10;
  7. nel caso di installazione di insegne visibili da strade non di proprietà del Comune, ma di altri Enti (Anas, Provincia, Regione), occorre il relativo Nulla Osta dell’Ente proprietario della strada;
  8. nel caso di installazione di insegne in aree soggette ad altri vincoli, occorre presentare il relativo nulla osta dell’Ente preposto al vincolo (Roma Natura, RAI, etc,);
  9. se l’impianto è luminoso è necessaria l’abilitazione della ditta installatrice al D.M. 37/08 (già L.46/90).
  10. pagamento dei diritti d’istruttoria di € 70,00 da effettuare direttamente presso il Municipio o mediante versamento su c/c postale.

( N.B. per impianti pubblicitari soggetti ad uno dei suddetti vincoli, riferiti ai punti 5., 6., 7. e 8. occorre richiedere l’Autorizzazione solamente mediante la procedura normale ).

Il ritiro dell’autorizzazione è soggetto alla consegna di una marca da bollo da € 16,00 da apporre sul titolo autorizzativo.

Quali sono i costi per ottenere l’autorizzazione di un’insegna?

In aggiunta al pagamento dei diritti d’istruttoria e di segreteria, corrisposti alla presentazione dell’istanza, è soggetto al pagamento del canone iniziativa pubblicitaria qualsiasi mezzo pubblicitario, luminoso o non superiore a 5 mq, fisso o mobile, a carattere permanente o temporaneo; se la struttura aggetta su suolo pubblico è dovuto anche, in alcuni casi, il pagamento del canone Occupazione Suolo Aree Pubbliche (C.O.S.A.P.) e viene calcolato proporzionalmente ai metri ed ai mesi di occupazione. Il richiedente è tenuto al versamento delle imposte per l’anno solare entro il 31 gennaio.

N.B. : le rinunce e le disdette dell’impianto devono essere presentate entro il 31 dicembre, al fine di consentire le cancellazioni per l’annualità successiva.

Richiedi un sopralluogo senza impegno!

I tuoi dati

 

Dati dell'immobile

 

Conferma